Come scoprire la finta malattia di un dipendente

In questo articolo, si possono trovare alcun indicatori per scoprire se un dipendente usa la finta malattia.

Invio di malattia dopo le ferie

Un dipendente può diventare sospetto se invia la malattia subito dopo le ferie. Se dovrebbe rientrare dalle ferie ma arriva puntuale il certificato di malattia, potrebbe trattarsi di un finto malato. È infatti un sistema che alcuni dopo onesti utilizzano per allungare le ferie e stare a casa dal lavoro il più possibile continuando però a percepire una parte dello stipendio.

Certificato prima o dopo il weekend

Il certificato di malattia di un furbetto, potrebbe arrivare anche a ridosso del fine settimana. Chi spesso e volentieri non va al lavoro il lunedì o il venerdì, è automaticamente sospetto. È un altro metodo che alcuni usano per allungare il weekend e accorciare il più possibile la settimana lavorativa. È poco probabile che capitai di star male pochi giorni prima del sabato, motivo per cui chi lo fa spesso andrebbe fatto controllare da un valido investigatore privato.

Ferie completamente godute ogni anno

Ovviamente, ogni dipendente ha il pieno diritto di godere di tuti i suoi giorni di ferie ogni anno. Tuttavia, capita che alcuni si dimenticano di avere ancora alcuni giorni a disposizione. Chi invece ha come interesse lavorare il meno possibile sa esattamente quanti gironi d ferie ha e li usa sempre tutti quanti.

Frequenti richieste di permessi

Le persone che richiedono spesso dei permessi, spesso hanno dei problemi in famiglia come dei genitori anziani da accudire o dei figli minorenni. Di solito, se si cono problematiche particolari, un buon dipendente spiega la situazione al datore di lavoro che sicuramente capisce e concede il permesso ogni volta che è necessario. Invece, chi vuole solo fare il furbo ed evitare il lavoro, richiede il permesso ma senza che vi sia un reale motivo per farlo.

Ovviamente, tutti questi sono solo dei segnali che mettono una pulce nell’orecchio. Per avere la certezza che un dipendente in effetti invii finta malattia, meglio rivolgersi agli eserti su www.investigatore-privato.cloud