Energia potenziale: che cos’è e come si sviluppa ?

Oggi parliamo di Energia potenziale. Vediamo cos’è e quali tipi di energia potenziale esistono.

Viene chiamata anche energia posizionale. In pratica è quell’energia che il corpo ha se messo in relazione alla posizione e l’orientamento di un campo di forze conservative, come può essere la forza elastica oppure la forza di gravità. Ogni corpo che viene sottoposto a una forza conservativa lo possiede.

Cos’è l’energia potenziale gravitazionale?

Quando un corpo viene lasciato cadere per forza di gravità, da un punto A a un punto B, ecco che libera la sua energia potenziale, in questo caso di tipo gravitazionale. Quel lavoro effettuato dalla forza di gravità non dipende da quanta distanza c’è tra le due posizioni e neanche dal percorso, ma semplicemente da quelli che sono i due punti estremi. Quello di partenza e ovviamente quello di arrivo. L’energia potenziale di un oggetto viene aumentata mentre viene sollevata verso l’alto. La stessa energia potenziale poi diminuisce quando l’oggetto cade verso il basso per normale forza di gravità.

Cos’è l’energia potenziale elastica?

In questo contesto entra in gioco la forza elastica. Un esempio lampante è quello di una molla che viene compressa e poi rilasciata e torna quindi alla sua originaria forma. Tutto il lavoro riguarda la compressione della molla, la quale va a immagazzinare l’energia, in modo da tornare nella sua esatta posizione non appena viene lasciata. E’ una fase durante la quale l’energia potenziale viene liberata e trasformata quindi in energia cinetica. Se sopra la molla infatti appoggiamo un oggetto, è capace di spostarlo.

Questa trasformazione energetica, da potenziale a cinetica, è una normale conseguenza del movimento di un corpo. Accade anche nell’energia potenziale gravitazionale. Mentre l’oggetto cade per forza di gravità, diminuisce l’energia potenziale lasciando spazio a quella cinetica, la quale aumenta sempre di più. Anche un oggetto non in caduta libera ma che viene lasciato scivolare su una discesa perde energia potenziale man a mano che acquisisce velocità, aumentando invece l’energia cinetica.

Cos’è il potenziale elettrico

Per concludere parliamo del potenziale elettrico. Anche lui è una grandezza scalare. In pratica ogni singolo punto di un campo elettrico è associato a un valore potenziale in base a quale posizione spaziale assume, ma ciò è indipendente dalla presenza di carica.

Quindi cos’è l’energia potenziale elettrica? Si tratta di un’energia potenziale del campo elettrostatico. E’ l’energia della carica elettrica connessa con la forza che viene esercitata dal gampo della distribuzione.

L’energia potenziale elettrostatica è quel lavoro che viene applicato per poter distruibuire poi la carica, partendo però da una situazione che è nulla. Qusto tipo di energia nella società moderna è diffusa, grazie per esempio all’allaccio della rete elettrica, oppure agli accumulatori o le classiche batterie.

Ciò che noi usiamo comunemente va con questa energia. La corrente delle nostre case, le strade, le luci, i computer, le macchine industriali…  è stata una vera rivoluzione scoprirla! Si tratta di un’energia convertita da forme primarie.