FAQ: le domande più frequenti sul post operatorio della mastoplastica additiva

Quando si dimette la paziente?

Dopo l’operazione di mastoplastica additiva a Milano, la paziente viene dimessa entro la giornata, infatti si tratta di un intervento che viene fatto in day hospital. Nel caso in cui si stata fatta un’anestesia generale, la paziente resta in osservazione per la notte. Se ci sono state delle complicazioni in sala operatoria, allora la paziente resta in clinica secondo le indizioni del chirurgo plastico per un monitoraggio completo.

Cosa succede dopo?

Dopo che la paziente viene dimessa e mandata a casa, viene prescritto riposo assoluto. La parte operata è tutta fasciata e la paziente deve anche indossare degli indumenti contenitivi in modo che la pelle si tenda bene e che non ci siano lembi che avanzano. Le piccole cicatrici chirurgiche sono facili da tenere pulite anche in autonomia così da minimizzare il rischio di infezione.

Quando riprendono le normali attività?

Per attività come il lavoro, si può riprendere anche dopo una settimana dall’operazione, a patto che non si tratta di un lavoro fisico o faticoso. Guidare potrebbe risultare ancora un po’ doloroso perché si alcuni movimenti coinvolgono proprio i muscoli pettorali. Per quanto riguarda l’attività sportiva, meglio aspettare alcuni mesi soprattutto e si tratta di uno sport che coinvolge la parte superiore del corpo. nel frattempo è consigliato sostituire la normale attività fisica con 30 minuti di camminata a ritmo elevato al giorno.

Si vedono le cicatrici?

Le cicatrici che l’intervento di mastoplastica additiva a Milano lascia sono davvero minime e pressoché invisibili. Questo risultato è possibile grazie a due particolari attenzioni del chirurgo plastico. La prima riguarda la tecnica con cui vengono messi i punti, i quali sono sistemati in modo che la cicatrice non resti in rilievo. Inoltre, i tagli chirurgici in cui sono inserite le protesi per aumentare il volume del seno sono fatti in punti dove la pelle si piega naturalmente così che la cicatrice venga ancor di più mascherata. Infatti, la cicatrice si torva nel cavo ascellare oppure sotto il seno o ancora sotto l’areola.