I 4 tipi di riscaldamento con termoconvettori.

A parete.

Il tipo di termoconvettore più diffuso è proprio quello a parete perché permette di installare l’impianto su una parete, ottimizzando gli spazi. I termoconvettori sono installato in una parte centrale della casa per aumentare la diffusione del calore.  I termoconvettori a parete sono perfetti per chi non sa dove installare il riscaldamento . Tra i diversi modelli, questo a parete è quello di più piccole dimensioni. Nonostante ciò, le prestazioni e la diffusione del calore sono ottime. Per quanto riguarda i termoconvettori a parete, è sempre  meglio installarlo in ambienti larghi e frequentati.

Elettrico.

I termoconvettori elettrici sono anche conosciuti come radiatori, sono molto diffusi ed è facili vederli. Il riscaldamento è prodotto tramite l’alimentazione elettrica con cui viene scaldata l’aria. Tramite un sistema di ventola, si diffonde l’aria calda nei locali dell’abitazione. Questi termoconvettori sono la scelta migliore per non ha possibilità di acquistare grandi quantitativi di combustile (legna o pellets). Il design di questi termoconvettori si è evoluto molto e i modelli più moderni sono ultra sottili e di ridotte dimensioni in modo da non creare troppo ingombro.

A gas.

I termoconvettori a gas son in grado di riscaldare l’aria grazie al lavoro di un bruciatore e una ventola elettrica che ha la funzione di diffondere il calore generato. I termoconvettori di questo tipo hanno una presa d’aria che comunica con l’esterno e un tubo per lo scarico dei fumi combusti. La normativa attualmente in vigore stabilisce le regole, i criteri e i metodi di installazione di questo tipo di impianto per il riscaldamento.

Ad acqua.

I termoconvettori ad acqua sono un tipo di riscaldamento a bassa temperatura che sfrutta il principio di convezione termica. Vi sono dei supporto lamellari che impiegano l’acqua come sistema di propulsione; questo è in grado di generare uno scambio termico che consente il riscaldamento. In questo particolare tipo di termoconvettori, l’acqua calda arriva a una temperatura di 50°C in modo da generare aria calda per riscaldare.

Per altri dettagli: www.caminisulweb.it .