I massaggi a domicilio: funzionano davvero? Quanto costano e quali sono?

I massaggi sono un’arte antica ancora oggi molto diffusa. Ce ne sono molte tipologie diverse, ognuna destinata a portare benefici diversi. Se fino a qualche tempo fa essi erano visti come un lusso per pochi, oggi in realtà non è più così e i costi sono decisamente diminuiti. Il motivo è probabilmente che non sono più visti come un qualcosa di accessorio e superficiale, ma piuttosto come una cura per il benessere fisico e mentale. I costi di un massaggio a domicilio sono fra i più bassi sul mercato e hanno anche molti vantaggi.

Un massaggio fatto a domicilio da un professionista permette di effettuare la terapia in un ambiente intimo, fra le mura di casa, perfettamente a proprio agio. Basta una candela e/o dell’incenso per immergersi subito in un ambiente tranquillo e rilassante. Dopo il massaggio si potrà così continuare a godere della propria pace, senza essere costretti a rimettersi nel traffico e nel caos cittadino per tornare a casa. Il massaggio effettuato a domicilio permette oltretutto di risparmiare molto tempo.

Il massaggio: coccola e terapia

Il massaggio è una terapia che interessa il corpo e la mente. Un professionista che compie un massaggio va ad influire sui muscoli, che si rilassano e si sciolgono, e nel contempo dona al soggetto sottoposto al trattamento la sensazione di essere curato, coccolato e cullato.

La terapia del massaggio proprio per questo motivo è in molti casi considerata fra quelle alternative per riattivare la circolazione, sciogliere i muscoli, per sopportare meglio la latenza lunga in ospedale. Il massaggio può quindi aiutare la guarigione.

Tipologie di massaggi

Le tecniche di massaggio non sono tutte uguali, ma variano in base alla funzione terapeutica a cui sono destinati. Ecco alcune tipologie:

  • Per una pelle più bella: con i massaggi è possibile ottenere una pelle più luminosa e sana andando a stimolare i pori che di conseguenza assorbono meglio i nutrienti. La pelle perde le sue cellule morte, risulta più elastica e distesa.
  • Rilassamento e diminuzione dello stress: Il massaggio, anche quello terapeutico, ha un forte potere rilassante per chi si sottopone al trattamento. In tutti i casi esso costituisce una coccola, una carezza e qualcosa di estremamente piacevole.
  • Contro le tensioni muscolari: Uno degli effetti più evidenti dei massaggi è lo scioglimento delle tensioni, delle contratture e dei tigger points a carico dei muscoli, creatisi per lo stress, una cattiva postura, uno sforzo fisico intenso. Il rilassamento dei muscoli porta anche numerosi vantaggi alle ossa e al sistema articolare: il soggetto ha una maggiore elasticità, fa movimenti più ampi e con più agilità.
  • Stimolazione linfatica: Durante il trattamento effettuato dal massaggiatore, si crea movimento di liquidi. Questo dà numerosi vantaggi in termini di eliminazione delle tossine, delle scorie e la risoluzione del problema del ristagno linfatico e dei suoi malfunzionamenti.
  • Miglioramento del sistema immunitario: una circolazione pigra e la stasi, crea un terreno fertile per la formazione di cuscinetti antiestetici e della cellulite. Aumentando la microcircolazione e con un effetto rigenerante è possibile contrastare l’insorgere di infiammazioni ed edemi.

Queste sono ovviamente solo alcune delle tipologie di massaggio esistente, le più diffuse e richieste, ma ve ne sono molte altre, come per esempio quelle: per la respirazione, per lo sblocco di emotività ed energia, per favorire la digestione e la peristalsi.