I principali problemi dei denti: quali sono e come prevenirli

La placca

Il nemico numero uno dei denti è sicuramente la placca. È una formazione dal colore lattiginoso – giallognolo che si forma in continuazione sulla superfice dei denti. Questo accumulo è dovuto ai residui di cibo rimasti in bocca e ai batteri da essi alimentati. Per contrastare la placca e la sua formazione, occorre lavarsi i denti ogni volta dopo aver mangiato, anche un piccolo spuntino, con spazzolino a setole medie e dentifricio al fluoro. Lo spazzolamento deve esser continuo per due minuti preferibilmente con un movimento verticale e non orizzontale.

Il tartaro

Il tartaro è una formazione calcarea in seguito alla mancata rimozione della placca. Il deposito no rimosso, si arricchisce di saliva e sali minerali fino a calcificarsi e diventare molto più difficile da togliere. Il Dentista  a Genova può interviene con una pulizia dentale. Il tartaro va rimosso al più presto perché scende nelle gengive, le infiamma e dà origina alla parodontite, la quale può causare la perdita del dente.

Come pulire i denti

Per ridurre la formazione di placca e prevenire il pericolosissimo tartaro, bisogna posizionare lo spazzolino a 45° e direzionarlo verso il margine della gengiva. È proprio questo il punto in cui si formano gli accumuli da rimuovere. Il movimento deve essere dal coletto gengivale verso l’estremità del dente per agevolare l’asportazione della sporcizia incastrata. Ogni arcata dentale merita gande attenzione, sia la parte esterna che quella interna che spesso viene trascurata, motivo per cui il dentista a Genova trova sempre grandi depositi di tartaro.

Per una igiene orale corretta, sarebbe opportuno strofinare con delicatezza anche la lingua dove si depositano tanti residui e batteri. Una volta in settimana, occorre passare anche il filo interdentale o lo scovolino tra id enti per eliminare ogni residuo incastrato. Ovviamente, chi ha denti avvallati e spazi interdentali molto stretti deve fare più attenzione perché il cibo si incastra più facilmente. Per avviare anche nei punti più difficili da raggiungere, si può utilizzare uno spazzolino di piccole dimensioni. lo spazzolino elettrico può esser una buona alternativa perché assicura una pulizia più profonda rispetto al normale spazzolino manuale e cui molti sono abituati.