La tua azienda in fiera: le regole per distinguersi, differenziarsi e farsi notare

Presenziare a una fiera, soprattutto se è di settore, è un elemento fondamentale per affermare il proprio prodotto e farsi spazio fra i concorrenti. Una volta richiesta e ottenuta la propria postazione va organizzato tutto con attenzione, muovendosi verso un unico obiettivo: distinguersi dagli altri catturando così l’interesse dei visitatori e potenziali nuovi clienti. Alcune persone potrebbero passare davanti al vostro stand a fine giro o partecipare alla fiera senza un reale iniziale interesse, ma solo per curiosare: tutte queste persone tuttavia, se attratte dal vostro stand, potrebbero poi interessarsi e diventare clienti.

La chiave di tutto è dare un’immagine positiva e colpire il bersaglio, basta davvero poco per giocarsi il cliente, anche una hostess sgarbata può essere un elemento che fa la differenza. Per quanto riguarda gli allestimenti della propria postazione, essi vanno pensati strategicamente così da sedurre i visitatori e colpirli.

Il successo in fiera è determinato da pochi fattori

Personale adeguato, discreto e cortese

Le persone che sono impiegate per l’accoglienza dei visitatori devono essere discrete, non va bene che aggrediscano le persone cercando di fermarle a tutti i costi perché è fastidioso e dà l’impressione di un’azienda disperata. Al bando anche gli urlatori in stile mercato del pesce: non va bene. Dall’altra parte il personale allo stand non deve essere nemmeno a farsi gli affari suoi con totale disinteresse (col telefonino, col giornale o mangiando), i visitatori si sentirebbero di troppo.

La misura giusta è avere persone di bella presenza con un bel sorriso stampato in faccia che salutino le persone che si avvicinano allo stand e che si dimostrino pronte a rispondere alle domande. La cosa migliore è utilizzare personale aziendale, che conosce il prodotto o i servizi, in alternativa per la sola accoglienza si possono prendere delle hostess. Il costo è abbastanza basso, di circa 80euro a giornata.

Promozionali e allestimento

Il vostro stand deve colpire con una semplice occhiata, quindi va ben allestito con banner, striscioni e bandiere che si vedono anche a distanza, dando già alle persone l’idea di quello che troveranno lì. In base alla dimensione e alla tipologia di prodotti promozionali cambiano i costi. In tutti i casi, se sono fatti generici quindi senza date, si tratta di articoli che si possono riutilizzare per più fiere.

Per risparmiare pur avendo un prodotto di alta qualità è possibile rivolgersi a stamperie professionali online, come per esempio iPrintdifferent, un sito web che offre prodotti per il marketing di vario genere fra cui anche tutto quello che occorre per la pubblicità in fiera. Il contenuto dei cartelloni e delle bandiere pubblicitarie deve essere conciso, ma chiaro, per esprimere esattamente il concetto: quindi poche parole semplici ma efficaci. Sono pochi i visitatori che si prendono il tempo per leggere lunghi messaggi, quindi bisogna “tagliare corto” e parlare “masticabile”. Pensare, infatti, che tutti i visitatori siano esperti del settore è un errore, anche perché spesso sono i manager a partecipare alle fiere e non i tecnici.

L’allestimento giusto rispecchierà un po’ la vostra azienda, nei colori e nello stile. La cosa migliore è utilizzare colori di contrasto, ma non troppi, al massimo 2-3 colori. Gli elementi devono essere di qualità, perché in fiera sono in tanti a toccare i vari elementi ed è più facile che le cose si danneggino.