Lotta al tabagismo: i vantaggi della sigaretta elettronica

Secondo quanto emerso dall’ultima edizione dell’Atlante mondiale del tabacco, realizzato dall’American Cancer Society, i fumatori nel mondo sono 1,1 miliardi e di questi, ogni anno, ne muoiono 7,1 milioni. Il fumo, infatti, è al primo posto delle cause di mortalità evitabile, tuttavia, essendo una vera e propria dipendenza è estremamente difficile da eliminare. Un metodo efficace per la lotta al tabagismo sembra essere la sigaretta elettronica, la quale presenta numerosi vantaggi rispetto a quella tradizionale, favorendo la disassuefazione da fumo.

Mantenimento della gestualità

Uno dei vantaggi principali della sigarette elettroniche è che, a differenza delle gomme da masticare, dei cerotti e delle pastiglie utilizzate per smettere di fumare, consentono di mantenere la gestualità, che è uno degli elementi chiave della dipendenza psicologica dal fumo. I tabagisti, infatti, associano all’azione fisica, più che al gusto, delle sensazioni e delle emozioni, che è difficile riprovare una volta smesso di fumare. Infatti, nei momenti di stress, la mente cerca conforto in qualcosa di conosciuto e di rassicurante, come il gesto, che viene ripetuto più volte al giorno, di portare la sigaretta alla bocca. Con le e-cig è possibile mantenere questo rituale, diminuendo gradualmente i rischi per la salute.

Assenza di sostanze nocive per l’organismo

Nel fumo rilasciato dalle sigarette tradizionali sono state isolate più di 4000 sostanze chimiche, delle quali, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), almeno 70 cancerogene, come catrame, benzene, formaldeide, cadmio, arsenico, cianuro di idrogeno, monossido di carbonio, cromo, ammoniaca, ossido d’azoto, solo per citarne alcune.

Tali sostanze risultano altamente dannose per i fumatori, ma anche per coloro che sono esposti al fumo passivo. Non a caso l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (AIRC) ha dimostrato che il fumo attivo e quello passivo sono in grado di generare ben 11 tipi di tumore (che possono colpire: polmoni, laringe, cavo orale, esofago, stomaco, fegato, pancreas, vescica, rene, utero, leucemia). Il vapore rilasciato dalle e-cig è completamente privo di tali sostanze nocive per l’organismo, apportando, dunque, numerosi vantaggi alla salute.

Possibilità di diminuire gradualmente la dipendenza da nicotina

In commercio sono disponibili e-liquids con diverse concentrazioni di nicotina, che consentono di ridurne gradualmente il livello, fino a superare completamente la dipendenza. Tale sostanza, infatti, non è cancerogena, ma è stupefacente, ovvero crea dipendenza. Per tanto, riuscire a ridurne l’assunzione in maniera lenta è fondamentale per diminuire gli effetti negativi, che si manifestano a seguitano della sua eliminazione improvvisa dall’organismo, ma anche per ridurre il rischio di ricadute.

Riduzione dell’odore sgradevole generato dal fumo

Le sigarette elettroniche consentono di combattere le sgradevoli e penetranti esalazioni emanate dalle tradizionali sigarette con tabacco, poiché il vapore da esse emesso è quasi del tutto in odore.

Risparmio economico

Di norma, i costi per l’utilizzo ed il mantenimento delle e-cig sono inferiori rispetto a quelli delle tradizionali sigarette. Ovviamente, molto dipende dalla tassazione imposta dallo Stato, che potrebbe aumentare notevolmente nel corso del tempo. Tuttavia, dal punto di vista della durata temporale, la sigaretta elettronica è pressoché illimitata: solo dopo un paio di anni si consiglia, per garantire una maggiore efficienza del dispositivo, di sostituire la batteria, al fine di aumentare la durata di utilizzo tra le ricariche, e l’automazione, che tende ad usurarsi con maggiore facilità.

Riduzione dell’inquinamento ambientale

Le sigarette elettroniche hanno un effetto benefico anche sull’ambiente, poiché eliminano il problema dello smaltimento dei mozziconi. Ogni giorno, infatti, solo in Italia, vengono prodotti 195 milioni di mozziconi, la maggior parte dei quali vengono abbandonati in strada o in mare, rilasciando numerosi agenti inquinanti. Il filtro delle sigarette tradizionali impiega, infatti, circa 5 anni per degradarsi completamente, durante i quali ha la possibilità di trasferire le sostanze cancerogene e tossiche nel terreno o nelle acque.

Possibilità di utilizzo nei luoghi pubblici

Le e-cig, a differenza delle classiche “bionde”, possono essere utilizzate nei luoghi e nei locali pubblici, poiché non emettono fumo passivo, ma esclusivamente vapore innocuo. Il consumo è vietato solo in caso di richiesta da parte degli esercenti.

Fonte: sigarettaelettronicamigliore.com