Natale: mercatini, sagre e feste nelle città

Tutte le idee per trascorrere vacanze sotto Natale in posti fantastici

Il Natale è si teoricamente un giorno di festa ma nell’atto pratico per Natale si intende un periodo che dura circa un mese: dall’8 dicembre al 6 gennaio.
Questa però è la teoria, all’atto pratico in realtà vediamo sempre prima accendere luminarie, panettoni nei supermercati e preparativi a questa antica ricorrenza che vengono sempre più anticipati.

Il motivo potrebbe essere l’atmosfera che si crea in questo periodo, fa buio presto e le temperature si abbassano, si avrebbe voglia di passare tante ore chiusi in casa ma quest’atmosfera che si crea in realtà porta la gente ad uscire in cerca di luoghi accoglienti e compagnia, portando felicità ed allegria tra piazze vie e negozi delle città.

Preparativi alla festa

La cosa che si nota di più quando si inizia ad arrivare a metà Novembre è la comparsa dei preparativi alla festa in ogni angolo della città, si inizia con un reparto del supermercato dedicato al Natale, piano piano si iniziano ad accendere sempre più luci nella città e si finisce nel ritrovarsi nel bel mezzo di centri commerciali e negozi per rifornirsi di regali da fare ad amici e parenti.
I preparativi ci iniziano a circondare senza neanche accorgersene e l’atmosfera magica del Natale ci inizia a prendere portandoci uno stato di euforia sempre più alto.
La bellezza del Natale è proprio questa, quella di esser circondati in ogni angolo delle città da un qualcosa che ci ricorderà di festeggiare e divertirsi in allegria.

Atmosfera, presepi, alberi e mercatini

Come detto nei preparativi la festa si espande e ci accoglie senza neanche accorgersene, non sono solamente i negozi e le luminarie che ci fanno accorgere di essere ormai agli sgoccioli del Natale ma sono anche le tante organizzazioni che creano l’atmosfera con altri metodi.
Uno su tutti è l’antica tradizione dei presepi e dei villaggi di Natale che vengono realizzati nelle città, che siano presepi viventi o stabili, al centro di una piazza o all’interno di una chiesa e delle case i presepi saranno ovunque. Alcune città si sono interamente specializzate nella costruzione dei presepi in modo artigianale, come Napoli che dedica un’intera via aperta tutto l’anno allo sviluppo di statuine da presepe.
Ma oltre al presepe l’altro grande simbolo del Natale è sicuramente l’albero: grande o piccolo, verde o bianco, più o meno addobbato, l’importante è che sia un albero di Natale! Anche qui la tradizione prevede che vengano addobbati e messi in esposizione dall’8 dicembre ma ormai questa data si anticipa sempre!
L’albero ed il presepe sono i simboli presenti in ogni circostanza che rappresenta il Natale sia negli interni che all’esterno.
Oltre questo però a far da padrone in questo magico periodo sono i tantissimi mercatini di Natale e villaggi di Babbo Natale sparsi su tutto il territorio italiano ed estero dove perdervi e passare anche ore! L’atmosfera per le strade la creano proprio loro! I mercatini mettono a disposizione lavori di artigianato, oggetti vintage, cibo tipico e caratteristico del Natale, luci e casette da girare passeggiando con un buon bicchiere di vin brulé in mano. I mercatini sono il vero e proprio simbolo del Natale e ovunque ne vedete uno vale sicuramente la pena fermarsi e girarlo con calma per regalarsi emozioni ed atmosfera che riempono il cuore di gioia.
TipinTravel ha creato una lista dei migliori sul territorio nazionale da visitare, potreste vedere se ce n’è qualcuno vicino a voi da visitare in un weekend o magari organizzarvi un viaggio apposta per andarli a vedere.
Oltre i mercatini sono da considerare per i più piccoli anche i villaggi di babbo Natale, pure loro per quanto siano meno diffusi costituiscono per i più piccini un’atmosfera fantastica che li immergerà in un mondo ricco di magia ed aspettative, babbo Natale li accoglierà sulle sue gambe per farsi raccontare i doni che vorranno ricevere e delegare elfi e renne a compiere i loro desideri. Anche per questo informatevi nei vostri dintorni su dov’è il più vicino e dedicate una giornata ai vostri piccoli per avvolgerli nella magia del Natale.

Cibo e famiglia

Una volta immersi nell’atmosfera per le strade della città è arrivato il momento di portare quest’atmosfera all’interno delle case.
Il Natale da sempre è l’occasione che riunisce tutte le famiglie, grazie a quest’atmosfera fantastica che si crea e alla tradizione che si porta avanti da secoli e che porta tutti i parenti a riunirsi in un’unica casa per festeggiare mangiare e star in allegria tutti insieme!

Il detto “Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi” nasce proprio da questa tradizione (anche se poi pure a Pasqua si sta insieme tra parenti) ed è bene continuar sempre a portarla avanti.
Ci sono famiglie che non si vedono per tutto l’anno ma mantenendo la tradizione, il giorno di Natale si passa tutti insieme nella stessa casa.
Oltre alla compagnia la tradizione prevede la cucina di cibo tipico uno per ogni giorno di festa.
24 Dicembre: si mangia pesce!
25 Dicembre: abbacchio con patate.
26 Dicembre: tortellini in brodo

Questa è solo uno dei menù tradizionali di Natale ed è quello che si usa maggiormente a Roma dove la tradizione vuole questo tipo di pietanze, ovviamente poi accompagnati da tantissimo altro.
Le tavole si imbandiscono fino a riempirsi in ogni angolo, da antipasto a dolce ogni giorno di festa si mangia continuamente tra una partita e l’altra di carte e tombola, la tradizione vuole questo: tanta accoglienza e tutti insieme a festeggiare per giorni consecutivi!

La festa del Natale è una delle tradizioni più belle presente in tutto il mondo, la tradizione prettamente cattolica in realtà viene riprodotta anche sotto l’aspetto commerciale e porta un giro di economia enorme ma la cosa bella è l’emozione che porta nel cuore di ognuno, la bontà d’animo e l’allegria che si vive.
Ricordate sempre di festeggiare ed abbiate un occhio di riguardo per chi è meno fortunato di voi donando e regalando gioie a chiunque se nelle vostre possibilità.