Normativa cancelli automatici condominiali: cose da sapere

Forse non tutti lo sanno, ma il cancello scorrevole motorizzato e la porta automatica, che vediamo spesso nei condomini, per il legislatore sono “macchine”.

Questi utili strumenti che si aprono e chiudono ogni volta che ricevono l’impulso elettrico sono stati normati dal Parlamento Europeo e dal Governo Italiano nella così detta “Direttiva Macchine” e dal conseguente decreto legislativo 27 Gennaio 2010, n.17.

La necessità di una legge fa capire che un cancello elettrificato e l’automatismo per porte scorrevoli possono potenzialmente essere fonti di rischio per la salute, soprattutto se non sono installati e manutenuti come si deve.

L’importanza del registro di manutenzione del cancello elettrico

Nel fascicolo tecnico che deve accompagnare ogni macchina che viene installata nel condominio devono essere presenti parti essenziali come:

  • Il registro di manutenzione
  • Lo schema elettrico
  • Le istruzioni per l’installazione, la manutenzione e l’uso
  • La dichiarazione di conformità dei componenti che costituiscono la macchina
  • L’analisi dei rischi
  • Il marchio CE

Quelli elencanti sono tutti fattori molto importanti per avere la garanzia che il cancello o la porta automatica siano davvero sicuri, ma in particolare la cura del registro manutenzione è assolutamente importante.

È di grande rilevanza poter sapere, anche dopo qualche tempo, chi ha lavorato sulla macchina e quale tipo di intervento sia stato fatto.

Generalmente il registro manutenzione deve riportare:

  • Dati dell’installatore e del cliente
  • Dove è stata installato il cancello automatico o la porta
  • Quali componenti sono stati utilizzati
  • Descrizione del lavoro eseguito
  • Valutazione degli eventuali rischi residui

L’art 1117 C.C. dice che il responsabile delle parti comuni del condominio (quasi sempre l’amministratore) deve provvedere a organizzare la manutenzione di impianti e macchine. In caso di incidenti dovuti a cancelli motorizzati o porte automatiche malfunzionanti è proprio il responsabile ad essere preso in causa.

La necessità di avere un registro delle manutenzioni in questo caso risulta evidente.

Quando e come fare la manutenzione obbligatoria

Per legge è obbligatorio fare eseguire una volta all’anno le manutenzioni e i controlli delle macchine del condominio. Il manutentore che interviene, naturalmente, deve essere abilitato e ha l’obbligo di rilasciare tutte le documentazioni.

Il tecnico certificato che interverrà sul cancello elettrico o sulla porta automatica prenderà in esame il fascicolo della macchina per verificare che tutto sia a norma, poi passerà al vero e proprio controllo degli elementi.

Verrà valutata l’intera struttura e misurata la forza d’impatto per capire se ci siano rischi di schiacciamento effettivi.

Una volta terminata l’ispezione il tecnico scriverà e consegnerà il verbale con i risultati.

Se stai cercando un’azienda che progetta, installa, fa la manutenzione di queste macchine e può darti maggiori informazioni sulla normativa cancelli automatici condominiali, contatta Obiettivo Sikurezza.

Questa società si occupa di tutto ciò che riguarda la sicurezza nei condomini e opera in tutte le regioni italiane.