Olio di CBD: cos’è, benefici e come sceglierlo in sicurezza

Grazie ai molti studi condotti, e ad una maggiore divulgazione di informazioni, negli ultimi anni le persone consapevoli degli immensi benefici che derivano dal consumo regolare di olio CBD, sono in aumento. Il CBD è un cannabinoide privo di effetti psicotropi o inebrianti, e probabilmente è il composto più noto della pianta di cannabis. Nelle prossime righe prenderemo in considerazione alcuni fattori da tenere a mente prima di un eventuale acquisto.

Olio di CBD: come scegliere

Il cannabidiolo è commercializzato in più forme: capsule, compresse, crema spalmabile, e anche come liquido del vaporizzatore. Come detto però, uno dei prodotti preferiti dai consumatori è l’olio di CBD. I motivi alla base di questa preferenza sono da ricercarsi nella sua versatilità, che gli permette di essere utilizzato in molti modi differenti. Il primo acquisto di questo olio può apparire complicato, anche perché gli aspetti a cui prestare attenzione sono numerosi. Gli oli di CBD differiscono innanzitutto per la concentrazione del composto.

Questa chiaramente gioca un ruolo determinante sugli effetti che il CBD stesso ha sul nostro organismo. Ma la concentrazione non è l’unico fattore da considerare, perché altrettanto importante è il processo di produzione, la purezza e persino l’orgine della canapa. Tra i principali benefici offerti dall’olio di CBD troviamo che può essere utilizzato per ridurre stati d’ansia e infiammazioni, ma anche per alleviare alcuni dolori. In molte situazioni il CBD può essere considerato come un’ottima alternativa naturale ad alcuni medicinali, seppur in questi casi sia sempre opportuno consultare il proprio medico curante.

In campo alimentare invece, l’olio di CBD viene considerato come un olio davvero pregiato, e sul mercato è conosciuto come superfood, grazie al suo apporto nutritivo che lo vede ricco di Omega 3 e Omega 6. Anche sotto l’aspetto vitaminico e di altri nutrienti l’olio di CBD ha molto da offrire: calcio, magnesio, potassio, rame, vitamina A, B1, B3, B5, B9, D ed E. Sono davvero pochi i composti di origine naturale in cosi completi sotto il profilo nutrizionale.

Concentrazione CBD nell’olio: con quale iniziare?

In linea di massima i prodotti a base di CBD sono commercializzati con contenuto del composto variabile, dal 2,5% fino al 30%. Sulla base della gravità del disturbo a cui si vuole porre rimedio, si dovranno selezionare concentrazioni più o meno alte. Per quanto concerne invece gli oli, la maggior parte contengono il 5% di CBD, ma non è raro trovarne al 2,5% o al 10%. Ad ogni modo è sempre raccomandato partire con prodotti al 2,5% o al 5%, e con il tempo aumentare in maniera graduale fino al 10%.

Un altro fattore a cui prestare particolare attenzione nella scelta dell’olio di CBD, è la sua purezza. Dal momento che un prodotto di questo tipo è destinato al miglioramento della nostra salute, è importantissimo accertarsi che al suo interno non sia contenuta nessuna sostanza nociva. Per tutelarsi sotto questo aspetto, è importante optare solamente per prodotti che abbiano la certificazione biologica, perché solamente in questo modo è possibile risalire alla filiera e conoscere tutte le fasi di produzione.

Prodotti eccessivamente economici e privi della certificazione BIO, potrebbero contenere:

  • Metalli pesanti.
    • Batteri e funghi.
    • Pesticidi.
    • Residui di solvente derivanti dal processo di estrazione.

Con questi presupposti, appare evidente come di vitale importanza per assicurare la qualità del prodotto, sia il metodo di estrazione dell’olio dalla canapa. Parliamo di un processo particolarmente complesso, che quando viene effettuato in economia ricorre all’impiego di solventi che come abbiamo detto possono lasciare dei residui chimici.

Il metodo considerato invece come più affidabile, ricorre all’utilizzo della CO2, che permette l’estrazione della maggiore quantità di CBD, ma soprattutto senza alcuna impurità. Grazie a tale metodo, quelli che sono tutti gli altri ingredienti preziosi della canapa vengono preservati, dal momento che quando la CO2 non viene più sottoposta ad altra pressione, evapora. In altre parole non lascerà alcuna traccia nell’olio di CBD.

Il sapore dell’olio di CBD

Nonostante l’olio di CBD sia uno dei prodotti preferiti dai consumatori di questo composto, alcune persone non amano particolarmente il suo sapore. Il motivo è piuttosto semplice. I prodotti CBD sono totalmente naturali, dunque senza l’aggiunta di alcun additivo artificiale in grado di renderne più piacevole il sapore. Il gusto in questo caso può differire da prodotto a prodotto.

La presenza di esaltatori e additivi può rendere gli oli sicuramente più piacevoli da assaporare, ma non vengono certamente consigliati come di prima scelta. Al contrario, gli oli di CBD privi di additivi solitamente hanno il sapore naturale dell’olio vettore, ovvero olio di cocco oppure olio di canapa. In alternativa all’olio di CBD, possiamo trovare in commercio capsule, spray, globuli, resina e Tè ai fiori di canapa.

Come anticipato, uno dei motivi per cui l’olio di CBD è così amato dai consumatori, è la sua estrema versatilità. Possiamo ad esempio utilizzarlo come un normale olio da condimento nelle insalate, oppure metterne qualche goccia sotto la lingua. In questo caso sarà necessario tenerle un paio di minuti prima di deglutirle. Ovviamente i benefici promessi si potranno ottenere solamente con un’assunzione regolare del prodotto.

Olio di CBD: come scegliere il negozio

Abbiamo detto che i prodotti a base di CBD devono rispettare alcuni requisiti di trasparenza sulla filiera di produzione. A questo punto appare evidente come la scelta del negozio a cui rivolgersi sia di fondamentale importanza. La prima regola dunque è diffidare di quegli shop che cercano di agire nell’anonimato. Al contrario un e-commerce che rende disponibili i suoi contatti, e che magari offre un servizio assistenza clienti, è da ritenersi ovviamente più sicuro.

In seconda battuta, è opportuno evitare prodotti eccessivamente economici. La qualità si paga, e le ragioni per cui un olio può essere considerato superiore, dunque costare di più, sono:

  • Provenienza da agricolture BIO.
    • Estrazione con CO2.
    • Testato in laboratorio.
    • Coltivato in Europa.

Proprio per tutte queste motivazioni ci sentiamo di consigliare justbob.it, e-commerce numero 1 in Europa diventato un vero e proprio punto di riferimento per tutto il settore dei prodotti a base di CBD. Tra i principali servizi offerti dallo shop, dobbiamo sicuramente menzionare la consegna espressa in 24/48, che tra l’altro diventa gratuita per ordini superiori a 60 euro. Da non dimenticare nemmeno l’attenzione prestata alla privacy del cliente, dal momento che il packaging di spedizione è totalmente anonimo.