Ozonoterapia: quali applicazioni ha

Questo elenco assai conciso ti aiuta a scoprire quali sono le principali applicazioni dell’ozonoterapia a Roma, un particolare trattamento che utilizza una particolare miscela di ossigeno e ozono.

Patologie articolari

I dolori provocati da patologie articolari come artrite, artrosi e reumatismi possono essere alleviati se inizi dei trattamenti con l’ozono. Ripetendo il trattamento nel corso del tempo, la qualità della vita migliora.

Inestetismi cutanei

L’ozono si usa molto per trattare gli inestetismi cutanei. Trova applicazione infatti per trattamenti estetici contro le righe del viso ma anche la cellulite. Forse non sai che l’ozono, formato da ossigeno, aiuta le cellule a contrastare l’azione dei radicali liberi. Si attivano processi di rigenerazione e si favorisce l’eliminazione dei prodotti di scarto cellulare.

Patologie intestinali

Purtroppo, non si sa esattamente il perché ma le patologie intestinali sono aumenta esponenzialmente negli ultimi decenni. In particolare, si tratta della colite, nota anche come sindrome del colon irritabile. A questa si aggiungono problematiche come stipsi, costipazione, stitichezza, diarrea. Se hai dei continui problemi digestivi, prova a prendere in considerazione l’ozonoterapia a Roma che si è dimostrato molto valida.

Problemi dermatologici

La terapia con la miscela di ozono si è dimostrata particolarmente efficacie nel trattamento dei problemi dermatologici. Se soffri di dermatite come quella atopica o anche da contatto, potrebsti trovare sollievo grazie alla somministrazione localizzata di ozono. Si usa anche per gli eczemi e eritemi. Se hai problemi di acne giovanile o, peggio, in età adulta una cura potrebbe esser proprio rappresentata dall’ozono.

Dolori post traumatici

In tuti i casi in cui avverti dolore articolare in seguito a un trauma, cioè un incidente, anche di tipo sportivo, puoi prendere in considerazione l’ozonoterapia a Roma. Una maggiore concentrazione di ossigeno nei tessuti ha una doppia azione; per iniziare, riduce lo stato infiammatorio a cui è legata la sensazione di dolore. In secondo luogo, si attivano processi di riparazione e rigenerazione cellulare che velocizzano la guarigione. Si usa questo trattamento anche per l’ernia al disco, una patologia che provoca un fortissimo mal di schiena.