Pane al farro: come si fa

Negli ultimi tempi in moltissimi si sono dedicati alla panificazione a casa, scoprendo una nuova passione sana e genuina. Dire per sempre addio al pane del supermercato è facile poiché basta un po’ di buona volontà, ingredienti di qualità e qualche buona ricetta. Oggi vogliamo suggerire un pane al farro da fare a casa davvero morbido e buonissimo da mangiare a colazione con il dolce ma anche a pranzo con salumi e formaggi.

Gli ingredienti

250 g di farina di farro

250 g di farina Manitoba

55 g di lievito madre

360 g di acqua

10 g di sale

La ricetta

Per fare il pane al farro, abbiamo scelto un mix di farine con la Manitoba che da maggiore forza. Il pane del polesine è strettamente legato alla tradizione del territorio del Delta del Po e usa farine locali. Versiamo in una ciotola ampia le farine, il lievito madre e l’acqua a filo. Impastiamo affondando le mani nella pasta e aggiungiamo il sale. Continuiamo a lavorare l’impasto per circa 10 minuti fino a quando gli ingredienti no saranno uniti e amalgamati.

Stendiamo un po’ di farina in una ciotola grande e ampia e versiamoci l’impasto dopo avergli dato la forma di una palla. Copriamo con un canovaccio inumidito e lasciamo lievitare per circa 8 ore in un posto caldo, asciutto e a temperatura costante, circa 24 – 25° C.

Passate le 8 ore, l’impasto dovrebbe aver raddoppiato il volume. Trasferiamolo sul paino di lavoro leggermente infarinato e stendiamolo. Ripieghiamo in tre e ripetiamo per tre volta. Rimettiamolo a lievitare, ma stavolta basta un’ora. Il processo va ripetuto due volte per ottenere un pane corposo.

Una volta finita l’ultima lievitazione, accendiamo il forno a 240° C e inforniamo l’impasto su una taglia da forno foderata di carata dandogli al forma che vogliamo. Dopo 20 minuti di cottura, la temperatura del forno va abbassata a 220° C e proseguiamo la cottura per altri 30 minuti fino ad ottenere un pane alto, morbido con una bella crosta che dura per giorni.