Quali sono le piante contro gli insetti infestanti

Per ridurre l’arrivo di insetti infestanti, ci sono diversi metodi che si possono mettere in pratica. Uno dei più consigliati è piantare erbe, fiori e piccoli arbusti che abbiano un effetto disinfestante sugli insetti per via del loro odore sgradevole. Di seguito, si possono scoprire quali sono le migliori piante anti insetto.

Nasturzio

Con le sue foglie grandi e rotonde e fiori colorati, il nasturzio è una pianta decorativa che si usa molto. In pochi però sono a conoscenza del fatto che la pianta rilascia in modo naturale una sostanza che risulta molto sgradevole per gli insetti proteggendo anche le piante che crescono vicine, perciò spesso si vede anche negli orti domestici.

Basilico

Immancabile in ogni giardino e sui davanzali di casa è il basilico, erba aromatica più diffusa e usato in cucina in assoluto. È utile per tenere distanti gli insetti e una fogliolina strofinata sulla puntura aiuta a ridurre prurito e fastidio.

Calendula

Quando arriva il momento di comunicare alla manutenzione giardini a Roma quali fiori devono piantare, meglio preferire le calendule. Si tratta di una specie di margherita arancione che si usa molto in cosmesi. È in grado di attirare insetti benefici, nemici dei principali infestanti e parassiti.

Citronella

Presente all’interno della maggior parte dei prodotti antizanzare, la citronella è un must have nella lotta contro gli insetti. Si tratta di un’erba che viene chiamata anche lemon grass.

Crisantemo

È proprio dai crisantemi che si ottiene una sostanza che si trova in tutti gli insetticida, cioè il pireto. I crisantemi sono dei fiori bellissimi per abbellire gli spazi verdi e, allo stesso tempo, contrastare gli insetti infestanti.

Lavanda

La lavanda spesso viene consigliata dalla manutenzione giardini a Roma per abbellire il giardino. Ha un odore che per gli insetti è molto sgradevole così se ne stanno alla larga.

Menta

Anche la menta ha ottime proprietà insetticida. Tuttavia, è una pianta che si diffonde velocemente e può prendere tutto il prato perciò meglio tenerla in un vaso e non in terra piena.