Sanitari ad appoggio vs. sanitari sospesi: cosa c’è da sapere

Non hai proprio idea di dove cominciare per scegliere dei nuovi sanitari per il bagno? Su siti come www.sanitaribagnoitalia.it trovi una rapida guida al mondo di wc, bidet, piatti doccia e i consigli degli addetti ai lavori per scegliere bene e tenendo conto delle tue esigenze e di quelle della tua casa. Quello che ci limiteremo a fare qui è, invece, scoprire che differenze esistono tra i sanitari ad appoggio e i sanitari sospesi e quando è possibile o conviene far installare l’una o l’altra tipologia.

Sanitari sospesi o sanitari ad appoggio: quali scegliere? e perché?

Partiamo dai primi, i cosiddetti sanitari ad appoggio: sono i pezzi per il bagno tradizionali, come ancora si trovano nelle case non ristrutturate da qualche decennio, e che, come suggerisce lo stesso nome, hanno un piede, una colonna che regge la tazza o il lavabo. Oggi è difficile che siano la prima scelta: questo tipo di sanitari, infatti, hanno alcuni difetti come il dare alla stanza un’aria inevitabilmente vintage e il risultare piuttosto ingombranti, dal momento che in genere non sono addossati al muro, specie nei bagni più piccoli. Se il tuo idraulico di fiducia ti ha suggerito di acquistare dei sanitari ad appoggio, insomma, la ragione sta nel fatto che, non avendo ristrutturato anche gli impianti del tuo bagno, gli attacchi sono ancora a terra ed è letteralmente impossibile far installare dei più moderni sanitari sospesi. Certo, anche il fattore economico potrebbe giocare un suo ruolo: comprare dei sanitari dotati di piede, infatti, costa decisamente meno di acquistare dei modelli più recenti di sanitari, tanto più se si ha modo di approfittare di promozioni e offerte speciali, sui fuori serie per esempio. Se non hai molto budget per rinnovare il tuo bagno, insomma, tieni conto di questa soluzione, ma avendo cura almeno di optare per un design e delle finiture più moderne.

Il bagno dovrà essere infatti la stanza più pratica della tua casa, ma questo non significa rinunciare del tutto allo stile. Non a caso nel tempo quasi tutte le aziende del settore hanno aggiunto al proprio catalogo sanitari sospesi che risultano più belli da guardare, prima che più pratici o confortevoli. Ancora una volta, come suggerisce lo stesso nome, si tratta di sanitari attaccati direttamente alle pareti tramite delle apposite staffe: risultano, così, leggeri alla vista e adatti anche ai bagni piccoli in cui si ha bisogno di giocare di illusioni ottiche per far sembrare di più lo spazio a propria disposizione o ai bagni con poca luce grazie al loro ingombro minore. Se sei più attento a igiene e pulizia potresti considerare questo tipo di sanitari anche più pratico da pulire, dal momento che non si viene a formare quella fastidiosa intercapedine tra muro e wc o bidet. Come già si accennava, però, i sanitari a sospensione possono essere installati solo se gli attacchi del bagno sono a parete – e non a terra – cosa che potrebbe richiedere appositi interventi agli impianti.

La soluzione mediana tra sanitari sospesi e sanitari ad appoggio c’è, mette insieme i vantaggi di una tipologia di sanitari e dell’altra ed è quella dei sanitari a filo muro.