Stampa depliant: tutte le regole e gli errori da non commettere nel marketing

Il depliant è un foglio stampato piegato su se stesso o più fogli cuciti o incollati in ordine progressivo. Il formato di solito è piccolo e comodo da tenere in mano. Questo strumento costituisce oggi, nonostante la diffusione dei canali digitali, uno strumento importante di marketing aziendale, per comunicare promozioni, aperture di attività commerciali, eventi, l’arrivo di nuovi prodotti, guide etc. Un depliant è una piccola comunicazione, più ricca di un volantino, ma decisamente più pratica di un catalogo. Le aziende italiane più grosse e note, anche se ben presenti sui canali multimediali e su internet, ancora oggi non mancano di investire sulla stampa di supporti cartacei come le brochure, i flyer e la stampa depliant etc.

Il marketing cartaceo insomma è tutt’altro che sparito a fronte del web. Perché dove tutti guardano ai sistemi informatici digitali, aver il calore di un prodotto promozionale tangibile da toccare con mano può dare grandi emozioni. Una differenza però c’è stata. Una volta un depliant avevano contenuti più ampi perché si coglieva l’occasione di comunicare con le persone per passare più informazioni possibili. Oggi, proprio a fronte del mondo digitale, si preferisce fare un marketing cartaceo più mirato, affrontando un argomento soltanto: una promozione, un evento etc. Il messaggio è quindi conciso, diretto ed efficace.

Cosa rappresenta un depliant

Il giusto formato per un depliant è un A4 ripiegato in due o tre volte. Se una volta il formato era classico rettangolare, i modelli di piegatura e rilegatura sono diversi e di design. Rivolgendosi a tipografie  professionali, magari online per ammortizzare il costo, si potrà avere la garanzia di avere un prodotto moderno e di alta qualità, per un depliant di impatto visivo, per fare onore all’azienda a cui fa riferimento.

L’impressione che si deve dare attraverso un depliant, indipendentemente dagli obiettivi che esso ha, è di un prodotto professionale. La grafica deve quindi essere leggera, il testo corretto e il messaggio deve essere accessibile a tutti. Eventuali inesattezze ed errori daranno al contrario l’immagine di trascuratezza e di qualcosa di inaffidabile. Quando si sviluppa il progetto di un depliant, bisogna immaginare di dover fornire una risposta ad un problema. Risposta che deve essere concisa e immediata, il resto delle informazioni vengono dopo e sono in secondo piano.

Quando si parla di depliant va considerata anche la sua divulgazione. Il mezzo di distribuzione dipende dal messaggio e dal target, perché bisogna fare in modo che siano più i numeri di opuscoli che finiscono nelle tasche delle persone rispetto a quelli destinati al cestino.

Gli elementi di una perfetta stampa depliant

  • Il titolo deve essere chiaro, evidente con un colpo d’occhio e associato ad un’immagine che faccia subito comprendere di che si parla.
  • Il logo aziendale deve vedersi in fronte al depliant, per mostrare subito chi propone qualcosa.
  • Le immagini: arricchiscono il depliant, lo rendono interessante e ancora più reale, quindi ne aumentano la credibilità.
  • I contatti necessari: devono essere sempre presenti, cosicché chi è interessato può chiedere informazioni. Vanno riportati quindi: numero di telefono, l’indirizzo, orari, sito web etc. In base all’obiettivo dei contenuti del depliant deve esserci tutto il necessario.