Valuta dell’oro usato in tempo reale: come ottenerla da un compro oro

L’oro che si trova in natura, di solito, viene lavorato per essere trasformato in splendidi gioielli. Ovviamente nella lavorazione non viene usato però puro, ma è utilizzato in alta percentuale per la costituzione di leghe, molto più resistenti. Per fare la compravendita dei propri gioielli è necessario conoscere di che tipo di lega si tratta, per definire così, avendo un preciso peso in grammi e moltiplicandolo per il prezzo dell’oro, un valore in euro di quel preciso gioiello.

La valuta oro usato cambia però in continuazione, precisamente ogni 12 ore (quindi 2 volte al giorno) in base a molteplici fattori e lo stesso accade per l’argento. La valuta oro usato al grammo di oggi, o in un qualunque momento dell’anno, e considerata valida a livello globale, è definita dalla London Buillion Market Association (indicata dalla sigla LBMA). Questa cifra è facilmente controllabile online, per avere il dato perennemente aggiornato. Conoscere la valuta oro usato al grammo permette di sapere sempre quanto vale il proprio oro in previsione di una compravendita per monetizzare.

Oro valuta usato: il valore dato in borsa e quello del tuo gioiello

Quando si guarda la valuta odierna dell’oro usato non bisogna però farsi ingannare, pensando semplicemente di moltiplicare quel valore per il peso del proprio gioiello. Quel valore, infatti, fa riferimento di solito all’oro puro (24 carati), decisamente maggiore rispetto al prezzo della lega di oro del vostro monile. Per avere un valore più preciso, occorre quindi cercare il prezzo dell’oro in base ai carati del metallo, ad esempio con i calcolatori dei compro oro online.

Bisogna inoltre considerare che c’è un’ulteriore distinzione da fare: esistono il prezzo dell’oro fisico e il prezzo dell’oro finanziario. Il primo è il prezzo delle transazioni fisiche di oro, cioè quello del mercato spot (detto anche “a pronti”), che è differente da quello di riferimento per il trading. Esso è definito dal cosiddetto mercato OTC (over the counter) e di norma si tratta di una media fatta sui prezzi di vendita dei fornitori maggiori nel globo.

Il prezzo finanziario dell’oro, ben differente, è quello delle quotazioni dell’oro su cui si investe in borsa, soggetto a molteplici oscillazioni nel corso delle ore.

Come viene stimato il tuo gioiello in un compro oro

I compro oro quando acquisiscono un gioiello pagano in contanti, trasformando “magicamente”, in poche decine di minuti, un vecchio e obsoleto braccialetto in oro, in denaro da investire nuovamente in quello che si desidera. È necessario, tuttavia, fare attenzione alle truffe ed è per questo che è bene recarsi dal compro oro un minimo informati.

La stima del oggetto viene fatta davanti agli occhi del cliente. L’esperto valuta innanzitutto la qualità del materiale determinando i carati dell’oggetto grazie a un’analisi del marchio identificativo del gioiello e a un test di raschiamento con gli acidi. Grazie all’esperienza egli sarà in grado di distinguere il tipo preciso di lega e se si tratta eventualmente solo di un placcato oro e non di oro pieno.

Dopo aver stimato i carati del metallo prezioso, il monile verrà pesato con una bilancia di precisione omologata e professionale che viene periodicamente messa sotto controllo per assicurarsi funzioni alla perfezione. Sulla base di tutto ciò, moltiplicando il peso in grammi dell’oggetto per la valuta oro usato fisico si definirà il corrispettivo in denaro.

Se questa offerta viene accettata si procederà all’iter previsto dalla legge che comprende la registrazione dei documenti della persona (carta d’identità e codice fiscale) e la compilazione di un documento con tutte le informazioni sul gioiello. Tutti questi adempimenti sono indispensabili per consentire eventuali controlli da parte delle autorità. Sempre per questo motivo l’oggetto dovrà essere conservato così com’è per dieci giorni.